Agli uomini ho sempre preferito il cioccolato

da Giulia Salemi | January 1, 1970

Agli uomini ho sempre preferito il cioccolato da Giulia Salemi

« Tra le pagine di questo libro scoprirete una versione inedita di me. Senza filtri Instagram né linee guida da rispettare. Una Giulia politicamente scorretta come non l'avete mai sentita, o meglio letta. » « Giuro solennemente di non avere buone intenzioni » Bellissima, ironica, esotica e trascinante. Tutti la conoscono per il suo carattere solare e la battuta pronta, ma la storia di Giulia è molto più complessa di quanto lei lasci apparire: figlia di padre italiano e di madre iraniana - a cui è molto legata - nella sua vita ha affrontato tante sfide e fallimenti, ma ne è sempre uscita vincitrice. In questo libro schietto, divertente e coraggioso, Giulia si apre e racconta i chiaroscuro della notorietà, i suoi sogni, gli amori intensi e le scelte controcorrente. E svela come ha fatto a rialzarsi dopo ogni caduta.

La vita con mio padre da Aleksandra L'vovna Tolstaja

La vita con mio padre

da Aleksandra L'vovna Tolstaja

Accanto alla macchina da Ellen Ullman

Accanto alla macchina

da Ellen Ullman

Ho viaggiato fin qui da Cristiana Ceci

Ho viaggiato fin qui

da Cristiana Ceci

Transiberiana

da Vittorio Russo | January 1, 1970

Transiberiana da Vittorio Russo

«Si dice che fare un viaggio con gli occhi aperti a ogni curiosità è come leggere cento libri in una volta sola. Bene, questo viaggio asiatico è stata un’esperienza inimmaginabile. Se è vero il detto di cui sopra, parafrasandolo, potrei dire di aver letto una intera biblioteca in una volta sola. E in questa biblioteca si inseriscono queste note di viaggio, messe insieme sulla scorta di ricordi, di foto, di conversazioni e di immagini».IL LIBRO: Da Roma a Mosca, per poi salire a bordo dello «smisurato serpente» della Transiberiana e infine approdare in Mongolia. Transiberiana è il reportage ricco di foto e illustrazioni di un viaggio lungo 13 mila chilometri che valica i confini geografici e culturali che separano Occidente e Oriente. Lo scrittore ci conduce tra le sconfinate terre russe e la civiltà mongolica e ci porta con lui nei vagoni della ferrovia più lunga del mondo, l’infrastruttura faraonica che fu costruita anche grazie al contributo delle maestranze friulane, fatto noto più in Russia che in Italia e rievocato in queste pagine. Luoghi e popoli così distanti non sono mai stati tanto vicini. Un libro dal linguaggio evocativo. Un libro carico di immagini poetiche. Un libro alla scoperta dell’esotico, “selvaggio” e più autentico Oriente.

Alce Nero parla da John G. Neihardt

Alce Nero parla

da John G. Neihardt

Cigni selvatici da Jung Chang

Cigni selvatici

da Jung Chang

Lettere a Theo da Vincent van Gogh

Lettere a Theo

da Vincent van Gogh

La nave per Kobe

da Dacia Maraini | January 1, 1970

La nave per Kobe da Dacia Maraini

Ormai adulta, Dacia Maraini riceve in dono dal padre Fosco i quaderni ritrovati della madre Topazia Alliata: un diario scritto tra il 1938 e il 1941, che racconta il lungo viaggio in nave verso Kobe e i primi anni di permanenza della famiglia in Giappone. Una scoperta inattesa, dalla quale emerge il ritratto di una donna concreta e capace di un amore così pervasivo da animare i ricordi più lontani. Grazie a quelle pagine tornano a vivere il coraggio e la generosità di Topazia, fondamenta di un rapporto madre-figlia prezioso e delicato, appena distratto dall'innamoramento per il padre bello e avventuroso. Ma i diari forniscono anche, alla donna che li legge a distanza di tanti anni, un'occasione per riappropriarsi del passato e intrecciarlo con il presente, affidando la profonda ricerca di sé alle pieghe di una vicenda familiare intima ed eccezionale.

Il leader calmo da Carlo Ancelotti

Il leader calmo

da Carlo Ancelotti

Storia di un'anima da Teresa di Lisieux

Storia di un'anima

da Teresa di Lisieux

The fall

da Juliet Macur | January 1, 1970

The fall da Juliet Macur

Nel giugno del 2013, quando Armstrong si sta disfando della sua residenza imperiale in Texas per fare fronte alle cause milionarie, Juliet Macur è lì con lui, per intervistarne la fidanzata, i figli e per ascoltare l'ennesima versione della verità. Con l'eccezione di Oprah Winfrey, che ha ospitato la confessione (parziale) di Lance in una memorabile puntata del suo show, è stata una delle poche giornaliste ad avere avuto la possibilità di avvicinare l'atleta dopo la sua caduta. Al centro di "The Fall" c'è Armstrong stesso, che si rivela nelle numerose conversazioni avute con l'autrice nel corso degli anni. Ma la sua storia acquista profondità e ampiezza grazie ai racconti di prima mano rilasciati da oltre un centinaio di persone, fra cui parenti e famigliari a cui da tempo il texano aveva voltato le spalle: il padre adottivo di cui porta il cognome, una delle nonne, una zia. Forse la più tremenda è la lunga testimonianza del suo stretto collaboratore J.T. Neal, per molto tempo influente «figura paterna», abbandonato in un momento cruciale: quando Neal stava perdendo la battaglia contro il cancro e Lance vinceva la sua, elevandosi a mito indiscusso per un'intera nazione e per il mondo dello sport. Sono stati proprio gli ex amici, quelli che costituivano l'esclusivo inner circle del campione, a tradirlo. Gli hanno inferto il colpo di grazia, rompendo il codice di omertà e silenzio che lo aveva protetto a lungo e mostrando la nuda verità sul mondo del ciclismo (anche italiano) e sul suo golden boy. Juliet Macur offre un inedito e indimenticabile ritratto – pubblico e privato – del texano dagli occhi di ghiaccio, affronta questioni scomode e fondamentali sul doping nel ciclismo e racconta, come in una tragedia classica, l'incredibile ascesa alla fama mondiale del dio Armstrong e la repentina e devastante caduta dall'Olimpo.

Storie di ordinaria follia da Charles Bukowski

Storie di ordinaria follia

da Charles Bukowski

Noi, Partigiani da Gad Lerner

Noi, Partigiani

da Gad Lerner

Mordere la nebbia da Alessio Boni

Mordere la nebbia

da Alessio Boni

La sola colpa di essere nati

da Gherardo Colombo & Liliana Segre | January 1, 1970

La sola colpa di essere nati da Gherardo Colombo & Liliana Segre

«Per me è molto importante sentirmi sulla tua stessa strada. Perché hai vissuto ciò che io ho solo letto, e perché avendolo vissuto non hai assecondato l’istinto di rispondere all’odio con l’odio.»   «Non abbiamo bisogno di eroi, serve però tenere sempre viva la capacità di vergognarsi per il male altrui, di non voltarsi dall’altra parte, di non accettare le ingiustizie.»   Liliana Segre ha compiuto da poco otto anni quando, nel 1938, con l’emanazione delle leggi razziali, le viene impedito di tornare in classe: alunni e insegnanti di «razza ebraica» sono espulsi dalle scuole statali, e di lì a poco gli ebrei vengono licenziati dalle amministrazioni pubbliche e dalle banche, non possono sposare «ariani», possedere aziende, scrivere sui giornali e subiscono molte altre odiose limitazioni. È l’inizio della più terribile delle tragedie che culminerà nei campi di sterminio e nelle camere a gas. In questo dialogo, Liliana Segre e Gherardo  Colombo ripercorrono quei drammatici momenti personali e collettivi, si interrogano sulla profonda differenza che intercorre tra giustizia e legalità e sottolineano la necessità di non voltare mai lo sguardo davanti alle ingiustizie, per fare in modo che le pagine più oscure della nostra storia non si ripetano mai più.

Io non ho più paura da Niccolò Palombini

Io non ho più paura

da Niccolò Palombini

Non perderti niente da Luca Barbarossa

Non perderti niente

da Luca Barbarossa

Attraversare i muri da Marina Abramović

Attraversare i muri

da Marina Abramović

Dove il vento grida più forte

da Francesco Casolo & Robert Peroni | January 1, 1970

Dove il vento grida più forte da Francesco Casolo & Robert Peroni

Quando Robert Peroni, trent'anni fa, arriva in Groenlandia per battere l'ennesimo record, si sente sperduto: una famiglia in Italia, e una professione, quella di esploratore, di cui non capisce più il senso. A ridare una direzione alla sua vita sono gli inuit, vero nome degli «eschimesi»: nonostante i bianchi da anni impongano divieti che impediscono loro di vivere dignitosamente, lo accolgono come un amico, perché ogni uomo è solo se stesso e la solidarietà è un dovere. Affascinato da questa cultura, Robert si trasferisce nel centro più grosso della costa orientale, un paese di duemila abitanti, isolato nove mesi l'anno, e ne abbraccia la lingua, gli usi, le regole non scritte. Come il rifiuto di lamentarsi: la fame, il freddo, le privazioni sono accettate con il sorriso sulle labbra, perché soffrire è parte dell'esistenza. Da loro impara ad ascoltare le storie che porta il vento, la bellezza di vivere nel presente e la poesia nascosta nello sciamanesimo. "Dove il vento grida più forte" racconta l'incontro con un popolo straordinario, che ha come unica arma la dolcezza, e con una terra ostile e meravigliosa, in cui la natura è madre e matrigna, dispensatrice di vita e di morte. Robert invita noi «bianchi», che ci riteniamo depositari di una civiltà superiore ma non siamo più capaci neppure di sorprenderci, a guardare quel mondo con occhi nuovi. In fondo, chi sono i veri primitivi: noi, che in trent'anni abbiamo distrutto una civiltà millenaria, o gli inuit, che in quattromila anni non hanno mai fatto una guerra?

Snowdon da Anne de Courcy

Snowdon

da Anne de Courcy

I colori del ghiaccio da Francesco Casolo & Robert Peroni

I colori del ghiaccio

da Francesco Casolo & Robert Peroni

Of Walking In Ice da Werner Herzog

Of Walking In Ice

da Werner Herzog

Fine pena: ora

da Elvio Fassone | January 1, 1970

Fine pena: ora da Elvio Fassone

Una corrispondenza durata ventisei anni tra un ergastolano e il suo giudice. Non è un romanzo di invenzione, né un saggio sulle carceri, non enuncia teorie, ma si chiede come conciliare la domanda di sicurezza sociale e la detenzione a vita con il dettato costituzionale del valore riabilitativo della pena, senza dimenticare l’attenzione al percorso umano di qualsiasi condannato. Una storia vera, un’opera che scuote e commuove.

La carezza della memoria da Carlo Verdone

La carezza della memoria

da Carlo Verdone

Elisabetta. Per sempre regina da Antonio Caprarica

Elisabetta. Per sempre regina

da Antonio Caprarica

Categoria Libri
Libri Popolari
Flora Libro Cover Metti in gioco il cuore Libro Cover Il ristorante dell'amore ritrovato Libro Cover Oltre l'amore Libro Cover Una donna in guerra Libro Cover Borgo Sud Libro Cover La ragazza sbagliata Libro Cover Qualcuno con cui correre Libro Cover Tra le righe Libro Cover Il guardiano degli innocenti Libro Cover Le Jour avant le lendemain Libro Cover Non ho bisogno di te Libro Cover Animali fantastici Libro Cover Lord John and the Hand of Devils Libro Cover
© 2021 |  Gyrowheel.xyz - Leggere online libro PDF EPUB mobi | Privacy Policy - DMCA Policy - Contact us - Sitemap